Tre tipologie di lavoratori nel Nuovo Mondo del lavoro

Per soddisfare le esigenze di cambiamento nel Nuovo Mondo del Lavoro, il management deve comprendere che non basta più più avere un team che “fa tutto” ma ci vuole sempre più specializzazione.

Sarà colpa del lancio di Facebook nel 2004, o dell’introduzione dell’Iphone nel 2007, o dell’onda delle tecnologie Cloud che da qualche anno si avvicina ma è difficile ignorare che in ufficio, e fuori, il lavoro è svolto  in modi molto diversi da come facevano un tempo.
Gli obiettivi si raggiungono con mezzi e modalità nuovi.
Sono stati, in recenti studi, identificati cinque tipi di lavoratori che oggi lavorano e producono.

1. La Generazione Y (o Millenial), o i sempre connessi
Questa generazione  è fatta di ragazzi che hanno raggiunto la maggiore età nel 2000 ed hanno capacità e conoscenze che nessun altra generazione precedente ha mai avuto.
Sebbene siano tecnologicamanete avveduti sono percepiti come solitari o comunque persone con cui difficilmente collaborare.

2. Lavoratori mobili
Quasi il 30 per cento dei dipendenti sono ciò che Research definisce “anytime, anywhere workers” ovvero quelli che lavorano da più postazioni con applicazioni e dispositivi multipli. Questi sono i dipendenti raramente si vedono in ufficio, ma quando ci sono, hanno un dispositivo in mano. Il lavoro non è più solo una tendenza, ma una realtà e le aziende devono adattarsi, adottare ed investire in strumenti e tecnologie giuste per supportare le loro esigenze e quelle di un personale mobile sempre crescente.
Fra gli strumenti da adottare, certamente vanno previsti i processi di infrastruttura e di flusso di lavoro che consentono a questi lavoratori digitali di accedere, condividere, e trasformare i dati che essi, ed i loro colleghi, si aspettano di ottenere per concludere il lavoro previsto.

3. Intrapreneur
Quei dipendenti che si comportano come un imprenditore entro i confini del loro ruolo esistente sono spesso indicati come intrapreneur. Ovvero coloro che forniscono un valore sorprendente o inaspettato alle loro aziende in modo da sfruttare nuove opportunità di business.
Spesso responsabili per l’# di prodotto, gli intrapreneur sono un segmento emergente della forza lavoro, non hanno paura di fare un passo in più e prendere in carico i problemi.
Mentre alcune aziende potrebbero vedere questo come una pratica che non si adatta la loro cultura o alla struttura organizzativa, altri credono nel valore che porta a coinvolgere i dipendenti.
Questa tipologia di lavoratore non ha paura di correre rischi e di cambiare le cose all’interno di un’organizzazione.

L’azienda tipica deve ancora adottare un approccio di alto livello a favorire un ambiente in cui il laoro ed i propri collaboratori possono prosperare, altrimenti rischia di perdere la possibilità di essere più agile.