Gli studi hanno dimostrato che ai dipendenti serve ascoltare un messaggio sette volte prima di credere che il proprio management sia serio su ciò che sta dicendo.

Ciò probabilmente dice parecchio sul seguito dei dirigenti quanto sul cinismo dei dipendenti.

Indipendentemente da questo, si evidenzia un punto critico: i leader devono comunicare costantemente e ripetutamente per poter fare in modo che il loro messaggio sia ascoltato.

Perché comunichiamo, di fatto? Lo facciamo in modo che ogni livello dell’organizzazione sia allineato con la direzione del leader e ne abbia acquisito la visione.

Quando è fatto bene, è un processo emotivo più che informativo. E richiede tanto e talvolta noioso, lavoro da parte del leader.

Non è divertente dire sempre la stessa cosa. Vero?

Proprio per questo i buoni leader, quindi, diventano creativi e trovano modi diversi di dire la stessa cosa. Tuttavia, sono molto più focalizzati sul fatto che i dipendenti siano vengono informati, che sul loro divertimento.

Domande di riflessione

  • Detesti doverti ripetere e lamentarti con gli altri che i tuoi dipendenti non ascoltano?
  • Sei continuamente alla ricerca di nuovi messaggi e idee per comunicare perché ti annoia ripetere sempre le stesse cose?

In tal caso, potresti essere un leader incentrato sulla ricompensa.

Se vuoi risolvere questo problema, dovrai cambiare il tuo atteggiamento nei confronti della comunicazione e vederlo come uno dei tuoi strumenti più critici per aiutare il tuo team a comprendere e interiorizzare idee importanti.

In caso contrario, preparati alla confusione e al disallineamento tra i membri del team. E preparati ad essere sorpreso e frustrato dalla loro incapacità di comprendere e aiutarti nell’esecuzione dei tuoi piani.