Google, Apple e Samsung si muovono sull’ Internet delle Cose

L’industria della tecnologia elettronica e digitale è fortemente orientata verso l’ “Internet delle Cose” ovvero l’insieme di apparecchi che , ricchi di sensori, permettono misurazioni varie ed eventuali, di tutto ciò che ci circonda.

Li avremo a disposizione negli smartphone, nei termostati in casa, e negli orologi ai nostri polsi.

Apple, Google e Samsung stanno per presentare alcuni dei loro prodotti proprio in questo ambito e visto il calibro di queste aziende, di certo gli investimenti saranno ingenti. La piattaforma che prima riuscirà ad essere aperta ed interoperabile con le altre, prenderà più utenti e sarà in testa.

Il fatto che queste tre aziende stiano dedicando così tanta energia (investimenti) sugli IOT (Internet of Things) non è affatto una coincidenza.
Non è sempre un segno di vittoria ma di sicuro vantaggio si.

Google ha acquistato Dropcam tramite Nest. Dropcam realizza microcamere da utilizzare in appartamento per vedere e sentire remotamente. Nest è il termostato intellingente che probabilmente sarà il cavallo di Troia di Google per governare gli elementi presenti in casa.

Samsung ha già presentato l’orologio Gear Fit che permette le misurazioni delle pulsazioni cardiache e dei passi. In più nella prossima settimana dovrebbe presentare la sua suite software di aggregazione dei dati realtivi alla salute dell’utente.

Apple mostrerà a breve il suo centro di controllo degli elementi casalinghi tramite l’ iPhone. QUest’ultimo sarà trasformato in un telecomando per una serie di elementi dalle luci ai sistemi di sicurezza.

Il terreno di scontro fra tutte queste aziende è quello dei brevetti e dell’innovazione continua. Importantissimo avere un tempo di uscita che permetta di non essere indietro con il mercato.

Sarà un autunno abbastanza ricco di novità.