La complessità delle differenze

Politica e Religione illustrano perfettamente la complessità delle nostre differenze individuali.

Apparentemente riusciamo a mettere tutto sotto una comune bandiera mentre, in realtà, ciascuno di noi ha una prospettiva differente. Questo punto di vista ha una forma particolare – in continua evoluzione – dovuta agli anni di esperienza, al dolore personale e la paura che abbiamo provato ed infine agli obiettivi che ci siamo prefissati.

Così, mentre siamo facilmente in grado di riconoscerci con un marchio comune, azienda, gruppo religioso, o associazione, commettiamo un errore nel ritenere che le posizioni talvolta nette espresse dai gruppi di cui siamo una parte, coincidano con le nostre.

Queste posizioni di solito sono anche applicabili e per lo più così si crede. Basta fare un giro sui vari social per vedere come possono esssere orientati i messaggi sulla base di fatti o eventi.
Che siano veri o falsi non importa più molto.

Eppure queste posizioni sono universalmente abbandonate in determinate circostanze.

Il che è molto importante da ricordare quando si tratta di strategia (personale o di business) perché il messaggio più efficace è quello che parla al gruppo ma è anche univoco, personalizzato; espressione diretta sulla base delle nostre preferenze.

Pensate all’ultima volta che avete abbandonato un gruppo con il quale stavate bene e volentieri, perché ad un certo punto vi siete sei trovati in disaccordo con la politica o il punto di vista comune. Cosa è accaduto? Vi siete liberati? Avete preso coscienza delle vostre opinioni?

L’errore della “prospettiva di gruppo” è quello che rende una notizia (in tv, sui social, o sui giornali), un potenziale veicolo di informazioni distorte nella forma di marketing fumoso, portando a credere che l’azienda o l’organizzazione che stanno seguendo suggerisca semplicemente di “fare o non fare qualcosa”.

Tutto questo avviene perché la vita non è solo bianco o nero, ma è una sfumatura di grigio.

E se la vostra strategia è quella di essere in bianco e nero, vuol dire che non state parlando con la maggior parte delle persone.

State davvero solo parlando a voi stessi.